Bloccò aliscafo per mezz’ora, condannato passeggero a Lipari

LIPARI. Venti giorni di reclusione convertiti in 800 euro di multa per Alessandro Vezzoli, 40 anni, di Milano, accusato di interruzione di pubblico servizio. Assoluzione, perché il fatto non sussiste, per Francesca Leinardi, 38 anni, di Messina, entrambi residenti a Lipari. La sentenza è stata emessa alla sezione staccata del tribunale di Lipari dal giudice Ennio Fiocco. I due erano stati denunciati il 23 ottobre 2007 perché erano saliti a bordo dell'aliscafo "Antioco" della Siremar senza biglietto, che non avevano potuto acquistare perché la corsa era completa. La coppia si era rifiutata di scendere nonostante le intimazioni dei marinai, del comandante e anche dei carabinieri, perché doveva raggiungere Milazzo con urgenza per sottoporre la figlioletta a una visita medica. Inutile si era rivelata la richiesta dei militari dell'Arma, i quali avevano sostenuto che all'ospedale di Lipari vi era un reparto di pediatria. Dopo trenta minuti di discussione animata, Vezzoli era stato autorizzato a rimanere sull'aliscafo insieme alla bambina, mentre la donna era stata costretta a sbarcare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati