Rugby, trasferta dura per l'Holding Palermo

La squadra di La Torre e Casagrande in casa del Frascati

PALERMO. Non sarà una passeggiata la trasferta laziale in casa del Frascati per l’Adv Holding Palermo Rugby allenata dal duo, Filippo La Torre e Fabrizio Casagrande. E non solo perché i padroni di casa vengono da due sconfitte consecutive contro Partenope e Gran Sasso ed hanno voglia di rivincita. Ma anche perché per i palermitani è di nuovo emergenza infortuni. In allenamento si è fermato ancora una volta Morgan Giglio per un problema al ginocchio. Out anche Roberto Manzella per problemi alla schiena, Vittorio Di Matteo per uno stiramento agli adduttori, Francesco Anselmo, Giovanni Rizzo e Marco La Torre, fuori fino al termine della stagione. Ma anche i laziali non se la passano bene. E le due ultime partite, entrambe perse, hanno lasciato strascichi disciplinari non indifferenti. Una partita, dunque, aperta ad ogni pronostico. «La nostra formazione sarà tutta da inventare – dice Filippo La Torre – perché mancano dei giocatori in alcuni ruoli fondamentali. Ma confido nell’intelligenza dei ragazzi. Dobbiamo giocare con la massima prudenza ed attenzione. Conto di portare a casa almeno un punto». Il campo del Frascati è molto ostico. E non solo per la tifoseria, molto rumorosa. Ma in casa i giocatori laziali giocano in maniera dura e nervosa, quasi a voler spaventare l’avversario. «Conosciamo l’ambiente – dice Filippo La Torre – e non ci faremo intimidire». «Siamo pronti a questa trasferta – dice il presidente Fabio Rubino – e, conoscendo il valore dell’avversario, siamo consapevoli del fatto che sarà molto difficile. Sappiamo però, che ogni partita è una storia a sé e può succedere di tutto. L’obiettivo per la nostra stagione era quello di trovare una salvezza tranquilla e credo che ormai l’abbiamo raggiunta. Questo non vuol dire che non ce la giocheremo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati