Sicilia, Tempo libero

Il fenomeno Pellerito al London Jazz Party

Il giovanissimo batterista palermitano, nuova stella del jazz internazionale, suonerà giovedì prossimo uno degli eventi musicali più esclusivi del panorama mondiale. "Il mio modo di fare musica nasce dalla voglia di divertirmi, sono un ragazzo che vive le sensazioni tipiche della mia età"

PALERMO. Il giovanissimo batterista palermitano, nuova stella del jazz internazionale, Gianluca Pellerito, suonerà giovedì prossimo al London Jazz Party 2011, uno degli eventi musicali più esclusivi del panorama mondiale. Dopo due tour negli Stati Uniti, Pellerito si esibirà all'Istituto italiano di cultura a Londra, a Belgrave Square, nel cuore della capitale inglese, con il suo quartet composto dai musicisti, tutti americani, Michael Eckroth (al pianoforte), Marco Panascia (al contrabbasso) e Michael Rosen (al sax).
"Gianluca è un artista incredibile - dice Carlo Presenti, direttore dell'Istituto italiano di cultura a Londra – e vogliamo essere i primi a presentarlo agli intenditori britannici. Ha iniziato i suoi studi quando aveva solo quattro anni e poi ha proseguito la sua formazione con i maestri della Berklee College of Music. Indubbiamente ha un brillante futuro davanti a sé. Pur essendo solo un adolescente, ha già suonato con i musicisti jazz più importanti del mondo".
Il brillante batterista, a soli 16 anni, ha suonato con i maestri del jazz: da Peter Erskine a Alex Acuna a Emil Richard, i quali definiscono Gianluca "una eccezionale realtà del jazz del terzo millennio".
"Sono abbastanza emozionato - dice Gianluca Pellerito – ma altrettanto felice di far sentire la mia musica a una platea tra le più competenti del mondo. Io dico sempre che il mio modo di fare musica nasce dalla voglia di divertirmi, sono un ragazzo che vive le sensazioni tipiche della mia età".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati