Circonvallazione di Palermo, quella maledetta strada assassina

383 Una mattanza. Il secondo pedone in 24 ore ucciso da un’auto in corsa in viale Regione Siciliana pesa come un macigno sulle spalle di chi dovrebbe rendere sicura quella maledetta strada assassina. Non è in discussione chi passa col rosso e chi col verde, fra auto e pedone: qui è in ballo sempre - ad ogni ora del giorno e della notte - la vita di chi quella strada deve attraversarla e non ha alternativa alla roulette russa con le macchine in corsa. Da 383 giorni aspettiamo soluzioni, che non arrivano. Il Comune ha abdicato miseramente sui sottopassi e adesso annuncia un’accelerata sui sovrappassi. Comunque tardiva. Sono stati necessari due morti per decidere che bisogna anticipare i tempi sui lavori. Ma bene che vada occorreranno 3-4 mesi. Nel frattempo la quotidiana sfida mortale sulla circonvallazione andrà avanti. E non crediamo che nell’attesa non si possa fare nulla per evitarlo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati