Bovo: "Col Brescia per rialzarci"

Il difensore rosanero tiene alta la guardia in vista della sfida con la squadra dell'ex Caracciolo, ma vede anche la ghiotta possibilità di rivincita dopo la sconfitta di Cagliari. E sulla Nazionale: "Non voglio pensarci"

PALERMO. Ancora la sconfitta di Cagliari non è stata del tutto digerita, ma tornando tra le mura amiche del Barbera, il Palermo ha la possibilità di rialzarsi e riprendere il cammino nel confronto col Brescia. È questo il pensiero del difensore centrale rosa Cesare Bovo, intervistato da Palermo Channel «Abbiamo subito la possibilità di riprendere il nostro cammino dopo un passo falso. Siamo consapevoli del fatto che se giochiamo come sappiamo possiamo mettere in difficoltà chiunque, in casa ultimamente stiamo andando alla grande e speriamo di continuare così. Attenzione, però, la squadra di Beretta ha ottime individualità che possono fare la differenza e inventare la giocata vincente». Inevitabile parlare degli errori arbitrali. L’ultimo ha condizionato in negativo i rosanero proprio nell’ultima trasferta in terra sarda, alla quale il numero 5 ha dovuto assistere da spettatore per squalifica. «Non saprei di preciso cosa è andato storto, anche perchè non amo parlare di partite nelle quali non ho giocato direttamente. Di certo però quell'episodio, che non è il primo errore ai nostri danni, ha danneggiato parecchio il Palermo. Perché tanta differenza tra il rendimento interno e quello esterno? È un fattore che ha caratterizzato il Palermo degli ultimi anni e al quale non siamo ancora riusciti a dare una spiegazione. Di sicuro per caratteristiche al Barbera facciamo sempre bene». Tra alti e bassi, comunque, Bovo giudica positivo il cammino fatto fino ad ora dagli uomini di Rossi. Il segreto del gruppo sta anche nella forza dei giovani, secondo l’ex difensore della Roma «Noi siamo felici del nostro rendimento. Nonostante il gruppo abbia subito diverse modifiche, anche in questa stagione stiamo facendo un ottimo campionato. Credo che il gruppo storico abbia dimostrato la sua forza e la sua importanza in questi anni: qualche critico a volte lo ha un pò sottovalutato, ma credo sia fondamentale per il nostro rendimento. Di certo è circondato da giovani molto promettenti e di grande qualità ma l'ossatura in ogni squadra può fare la differenza». Bovo ha concluso soffermandosi sulle sue chance azzurre. «Non voglio pensarci - ha detto il difensore rosanero - anche perché la mia prima chiamata è arrivata proprio quando non ci credevo ed è stata una soddisfazione grandissima. Se Prandelli riterrà utile che io continui a far parte di questo gruppo ne sarò felice. L'importante comunque è far bene con la maglia rosanero, il resto verrà da sè».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati