Palermo, pass falsi per le zone blu

Potenziati i controlli dei vigili urbani. Una quarantina le denunce: c'è anche una giornalista

PALERMO. Pass falsi per la sosta nelle zone blu, la guerra continua. E i vigili urbani scoprono nuovi casi. A finire nel mirino questa volta è una giornalista. Si chiama Patrizia Biagi ed è stata denunciata per truffa, falso materiale e falso ideologico. La sua macchina era in sosta in via Catania con un pass per residenti il cui numero della matrice corrispondeva ad un’altra vettura sempre intestata alla giornalista e ad un’altra zona, la P6 (via Catania ricade nella P7). Per i vigili si tratta di un pass clonato e pertanto gli uomini di via Dogali hanno già trasmesso la denuncia alla Procura della Repubblica, hanno notificato a uno dei possessori delle chiavi dell’auto la multa da 24 euro. La notifica della contravvenzione ha evitato il sequestro della macchina, una Bmw. La Biagi è una giornalista in forza all’ufficio stampa del Comune, incarico che le è stato affidato dopo una stabilizzazione in quanto Lsu.
La versione integrale dell'articolo sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati