Australian Open, meno male che Seppi c’è…

Il tennista altoatesino batte in rimonta Clement e salva gli azzurri dal naufragio. Saluta Melbourne anche la Camerin. Kim Cljisters annienta la Safina

Tutte le speranze del tennis maschile erano riposte su Andreas Seppi. Dopo le quattro sconfitte di ieri e dopo il ko di Starace questa mattina, il ventiseienne tennista di Caldaro, era l’unico superstite rimasto in gara a Melboune nel singolare maschile.
Seppi, numero 51 Atp, sotto di sue set contro l’esperto francese Arnaud Clement, ha chiuso il match dopo quasi quattro ore di gioco, imponendosi 62 al quinto e decisivo set.  Al prossimo turno l’azzurro se la vedrà con il Francese Tsonga, numero 13 al mondo, in un match in cui non partirà decisamente con i favori del pronostico.
Erano due anni che un tennista italiano non superava il primo dello slam australiano. La grande sorpresa della giornata è l’uscita di scena della testa di serie numero 24, il lettone Gulbis per mano del tedesco Benjamin Becker.

Tra le donne esce di scena la veneta Maria Elena Camerin, sconfitta dalla russa Duschevina in tre set.
Nel match più atteso della giornata, la testa di serie numero 3, la belga Kim Clijsters non ha lasciato neppure un gioco alla russa Dinara Safina, ex numero uno al mondo, ma ormai in piena crisi di identità e di risultati.

Questa notte torna in campo per il secondo turno la nostra atleta di punta, Francesca Schiavone. La trentenne milanese dovrebbe avere vita facile con la canadese Marino. Secondo turno anche per l’altra azzurra impegnata nella terza giornata di incontri, ovvero Alberta Brianti che se la vedrà con la testa di serie numero 29 la slovacca Dominika Cibulkova. Tra i big ,grande attesa per il match di Roger Federer che se la vedrà con il francese Gilles Simon, un match tutt’altro che semplice per il campione di Basilea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati