Le pagelle di Carlo Brandalone

Ecco i voti ai giocatori del Palermo secondo il caposervizio dello Sport del Giornale di Sicilia

SIRIGU 6
Incassa prima gli applausi dei suoi conterranei, poi tre gol. Eppure non ci sembra abbia grandi responsabilità. Due sono quasi autogol, il terzo da distanza ravvicinata. Bravo su una girata di Matri in acrobazia e su un paio di battute da lontano.



CASSANI 5
Sarà forse stanco per la gara di mercoledì in Coppa Italia. Certo la sua prestazione è un’affannosa rincorsa di Acquafresca e Nainggolan, che svariano sulla fascia destra del Palermo con eccessiva facilità. Cassani sbaglia qualche piazzamento (non c’è nell’azione del terzo gol) e anche in fase offensiva non sembra ispirato.



MUÑOZ 6
La coppia con Andelkovic manca del tutto di affiatamento. Muñoz gioca una gara molto generosa, talvolta irruente, altre volte più riflessivo. Sbaglia poco, prova anche a impostare l’azione, sui gol del Cagliari non ha responsabilità.



ANDELKOVIC 6
La prima da titolare non è mai facile. Non lo è stata neppure per lo sloveno, che ha affrontato un attacco molto mobile e con buona tecnica. Non è impeccabile ma non commette particolari errori. Sfortunatissimo sull’azione del terzo gol del Cagliari, perché si trova sulla traiettoria della bordata di Biondini.



BALZARETTI 6,5
Inizia molto bene, nei primi minuti è l’unico rosanero che riesce a fare salire la squadra. Non regge tutti i novanta minuti, però è sempre lì a spingere e ripiegare. Un movimento continuo che tiene in ansia l’argine del Cagliari. Pochi cross. Ma ci sarebbe anche da dire: per chi avrebbe dovuto crossare Balzaretti?



MIGLIACCIO 6
Non gioca sui suoi migliori livelli. Lotta contro Biondini e Nainggolan, porta avanti pochi palloni, si vede poco anche di testa. Però in mezzo al campo è sempre una presenza importante.



BACINOVIC 5,5
Fatica a capire che nella zona centrale del campo il Palermo ha un giocatore in più. Non verticalizza e si limita ad appoggiare la palla a Pastore. Facilitando così il compito degli avversari. Peraltro fino a qualche settimana fa provava la battuta da lontano, da un po’ resta troppo arretrato.



NOCERINO 5,5
Sfortunata la sua deviazione in porta sul secondo gol del Cagliari. Però aveva Acquafresca alle spalle, non era facile tirare fuori quella palla. Ma a parte questo episodio gioca sotto tono, sul piano agonistico subisce il vigore degli avversari tutta la squadra ne risente. In fase offensiva non si vede mai.



PASTORE 6,5
Non sta benissimo ma gioca una partita generosa. Non sempre lucida, sia chiaro. Perché sbaglia qualcosa tra tacchi e tocchi vellutati. Però non si arrende mai, porta a spasso gli avversari e segna un bel gol senza risparmiarsi anche in fase difensiva.



ILICIC 6
Lo sloveno confeziona due splendidi assist. Uno per Maccarone nel primo tempo (sciupato), un altro per Pastore nella ripresa (sfruttato). La sua partita è tutta qui. Forse poco, perché senza Miccoli se anche Ilicic si vede poco il Palermo non ha consistenza offensiva.



MACCARRONE 5
Per la seconda volta di fila gioca titolare in campionato. E per la seconda volta di fila fa poco per mettersi in mostra. Non calcia mai a rete, non sfrutta la verticalizzazione di Ilicic nel primo tempo. Una gara anonima, che il Palermo non può consentirsi.



LIVEREANI 6
Va in campo subito dopo il terzo gol del Cagliari. Cerca qualche verticalizzazione senza fortuna. Consente soltanto a Pastore di tirare il fiato.



JOAO PEDRO s.v.
Venti minuti con un paio di palleggi. Ma non vede mai la porta del Cagliari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati