Tesoreria della Regione, Unicredit vince la gara

L'istituto di credito si è aggiudicato il servizio di cassa e del fondo pensioni Sicilia per il periodo 2011-2015

PALERMO. UniCredit si è aggiudicata il servizio di cassa della Regione siciliana e del fondo pensioni Sicilia per il periodo 2011-2015 avendo vinto la gara pubblica bandita nei mesi scorsi. Lo hanno annunciato in conferenza stampa a Palermo, l'assessore regionale all'Economia, Gaetrano Armao, e il responsabile territoriale di Unicredit-Banco di Sicilia, Robetrto Bertola.
La Banca conferma il suo ruolo di istituto cassiere che svolge dal 1946, quando venne riconosciuta l'autonomia costituzionale della Regione a statuto speciale. Nell'ambito della convenzione, che verrà sottoscritta nei prossimi giorni, la Regione usufruirà di condizioni di mercato particolarmente competitive. Il servizio di cassa regionale continuerà ad essere svolto da UniCredit attraverso un ufficio centrale ubicato nella sede di Palermo in piazzale Ungheria e da 9 uffici provinciali, uno per ciascun capoluogo di provincia. I volumi intermediati attraverso il servizio di cassa regionale superano, per la sola parte corrente, 31 miliardi di euro l'anno.
I dipendenti regionali in servizio e in quiescenza sono complessivamente oltre 36.000. I servizi di cassa e tesoreria svolti dalla Banca nella regione sono complessivamente 878: 249 servizi di tesoreria e 629 servizi di cassa. Fra gli enti che usufruiscono dei servizi ci sono 5 province, 130 comuni, 2 atenei universitari, 6 camere di commercio, 7 aziende sanitarie pubbliche, 332 istituti scolastici e 57 enti ecclesiastici e opere pie.
Alla gara avevano prresentato manifestazioni d'interesse altri gruppi bancari, tra cui Banca Nuova, ma solo Unicredit-Banco di Sicilia ha poi presentato l'offerta. L'assessore Armao ha sottolineato le condizioni vantaggiose per la Regione, tra cui i tassi creditori e debitori "e una serie di servizi - ha aggiunto - attraverso un sistema informatico realizzato su misura".
"L'aggiudicazione del servizio - ha sostenuto Bertola - conferma non solo il nostro ruolo di banca per il territorio ma anche la grande competitività che abbiamo maturato nel settore della gestione delle tesorerie degli enti, grazie a un know how di eccellenza e a professionalità interne di grande valore. Gli ingenti investimenti che abbiamo fatto per diffondere il mandato informatico hanno dato grandi risultati e costituiscono un segnale tangibile del nostro impegno e una delle azioni concrete messe in campo dalla banca per dimostrare la grande attenzione al territorio in cui operiamo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati