Il Pd: troppe assenze del presidente della Gesap, Cda in tilt

Ancora polemiche sulla società che gestisce l’aeroporto Falcone-Borsellino. Sebastiano Bavetta è accusato dal consigliere del Pd, Davide Faraone, di essere troppo spesso negli Usa per lavoro. Lui non replica

PALERMO. La società che gestisce l’aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo continua ad essere al centro delle polemiche, che già l’hanno investita nelle scorse settimane - come riportato sul Giornale di Sicilia in edicola oggi. Adesso è il  presidente della Gesap, Sebastiano Bavetta, ad essere accusato dal consigliere del Pd, Davide Faraone, di essere continuamente assente, non riuscendo così a garantire il costante svolgimento del Consiglio di amministrazione.
Bavetta, infatti, economista e docente universitario, tiene un corso semestrale all’università di Pennsylvania, che lo costringe ogni quindici giorni a fare la spola con gli Stati Uniti. Già un componente del collegio sindacale, Daniele Santoro, lo aveva invitato ad essere più presente e di convocare più spesso il Cda. Ma il presidente aveva risposto che non spetta ai sindacati stabilire quante volte debba riunirsi il Consiglio. Fino a quando, ieri, il consigliere del Pd ha diffuso un comunicato, annunciando un’interrogazione al sindaco: «Un presidente del Cda che vola continuamente nel Usa; un Cda convocato, dal suo insediamento a oggi, solo 5 volte con le ultime tre assemblee durate appena 3 minuti e un collegio sindacale  che rimprovera i vertici». Bavetta non intende replicare.
Di certo dopo le polemiche sull’amministratore delegato della Gesap accusato di non avere i requisiti, sulle politiche interne della società e sull’assessore alle Aziende, Stefano Santoro, silurato per aver posto alcune questioni, il clima che avvolge la società non è dei migliori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati