Mafia, confermata confisca di beni nel Palermitano

PALERMO. E' stata confermata dalla Corte di Appello di Palermo la confisca dell'intero patrimonio di beni per un importo stimabile in otto milioni di euro riconducibili ai fratelli Calogero e Girolamo D'Anna di Terrasini accusati di  mafia. I beni che si trovano tra Palermo e Terrasini per i quali è stata confermata la confisca sono 8 aziende commerciali, due distributori di carburanti, 32 terreni per un'estensione complessiva di oltre 250 mila metri quadrati, 20 tra fabbricati, e magazzini, 14 tra autoveicoli, automezzi e natanti e un conto corrente.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati