Le pagelle di Carlo Brandaleone

Pubblichiamo i voti ai giocatori del Palermo dopo Chievo-Palermo, secondo il capo servizio della redazione sportiva del Giornale di Sicilia







SIRIGU 6,5
Una buona partita, considerato anche che la nebbia soprattutto nel primo tempo ha limitato la visibilità. Bravo nei primi minuti in due battute ravvicinate sempre da destra di Pellissier e Fernandes. L'intervento più delicato nella ripresa sul tiro forte e angolato di Constant.





CASSANI 5,5
Il suo contributo in fase offensiva è modesto. Peraltro sbaglia anche qualche facile giocata. In difesa tiene bene, concede poco alle percussioni di Mantovani e dà una mano quando Pellissier si allarga a sinistra. Però ha tanto campo davanti a sé e non lo sfrutta mai.





BOVO 5,5
Nonostante la difesa rosanero esca trionfalmente da questo confronto Bovo gioca una gara sotto tono. Inizia regalando una palla a Thereau in area, poi salta male liberando Fernandes. Infine si fa ammonire. Salva parzialmente la sua prestazione con una gran punizione da venti metri che scheggia il palo esterno.

MUÑOZ 7
Torna titolare e non sbaglia nulla. Gioca con grande concentrazione, raramente prova l'anticipo e non rischia mai. Sceglie sempre il tempo giusto in chiusura e quando sente puzza di bruciato spazza via anche in tribuna. Un buon rientro dopo un periodo non felicissimo.




BALZARETTI 6
Meno dinamico rispetto ai suoi standard. Il suo migliore cross nel primo tempo, quando mette sul primo palo la palla che poi Migliaccio manderà fuori di pochissimo. Non trova sbocchi a sinistra e allora si limita a presidiare la sua fascia, si distrae solo nei minuti iniziali. Poi è sempre molto attento con la palla al piede.

MIGLIACCIO 6
Fa il suo e per poco non va ancora a segno con una bella volèe che si perde di poco sul fondo. Concede poco al temuto Constant che Pioli schiera un po' a sinistra e un po' in mezzo. In fase di spinta si vede poco e contribuisce in grande misura all'equilibrio che consente al Palermo di non rischiare mai.




BACINOVIC 6
Fa girare la palla con sicurezza. Va a marcare un po' Bogliacino e un po' Constant che si alternano al centro. Non prova mai la percussione, preferendo lasciare a Pastore il compito di scardinare centralmente l'argine del Chievo.




NOCERINO 7
Una buonissima gara, soprattutto nel primo tempo. Il napoletano gioca con grande intensità. Si propone spesso sulla sinistra, portando scompiglio tra le fila del Chievo. E poi recupera davvero tanti palloni, giocandoli quasi sempre con lucidità. Alla distanza cala un po', ma era prevedibile.




PASTORE 7,5
Il migliore in campo. Non sta benissimo e tuttavia si esibisce in una serie di numeri in palleggio di assoluto valore. Gioca centralmente, limita il suo raggio di azione e offre almeno due assist ai compagni. Si guadagna il rigore con un numero in palleggio nell'area del Chievo ma Peruzzo non vede.




ILICIC 5,5
Sconta forse la fatica di giovedì. Una partita nervosa. Non batte mai il diretto avversario (Cesar soprattutto) e le maglie strette della difesa veronese non gli consentono galoppate in velocità. Così resta a tratti fuori dal gioco e tutta la fase offensiva del Palermo ne risente. Non gioca bene una gran palla di Pastore in area.




MACCARONE 5,5
Non sfrutta l'occasione. Miccoli non è al meglio, Rossi lo mette dentro dall'inizio ma Big Mac non dà mai la sensazione di potere fare male alla difesa di casa. Ha la palla buona nel primo tempo, ma tarda la battuta. Difende bene molti palloni, ma sempre lontano dall'area del Chievo.

KASAMI 6
Entra al posto di Pastore. Quasi mezzora con buona intensità e con scarsi risultati perché il Palermo non ha più un filo conduttore.




MICCOLI sv
Rossi se lo conserva per mercoledì. Ieri solo un lungo riscaldamento e pochi minuti senza invenzioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati