“Annullava protesti in cambio di soldi”: arrestato cancelliere a Siracusa

Giuseppe Lorefice, di 57 anni, è accusato di corruzione e peculato. Nel mirino della Digos altre cinque persone

SIRACUSA. E' partita da una denuncia della Camera di Commercio alla procura l'inchiesta della magistratura che stamane ha portato all'emissione di cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere per una serie di presunte irregolarità connesse alle procedure di riabilitazione di creditori insolventi.
"Un fatto molto importante questo - ha spiegato nel corso della conferenza stampa il procuratore capo Ugo Rossi -: è un punto di luce in un comparto, quello della pubblica amministrazione e dei pubblici uffici, nel quale sono ancora diverse le zone d'ombra. Dove mettiamo mano troviamo del marcio. Ma è importante sottolineare che, come in questo caso, ci sono anche istituzioni ed uomini che ritengono doveroso e giusto collaborare con l'autorità giudiziaria".
"Voglio anche per questo sottolineare - ha aggiunto - che, appreso dell'avvio dell'indagine, lo stesso presidente della camera di commercio di Siracusa Ivan Lo Bello ha voluto personalmente incontrarci dandoci la più ampia disponibilità alla fattiva collaborazione da parte dello stesso ente camerale per fare luce sulla vicenda". "Tra ottobre e dicembre del 2009 personale della polizia di Stato - ha osservato - ha così lavorato fianco al fianco con impiegati e funzionari dela camera di commercio per ricostruire i passaggi di ben 117 pratiche". Sono stati indagati anche gli oltre cento beneficiari delle "cancellazioni" irregolari delle loro posizioni debitorie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati