Barista non collabora su omicidio, sindaco gli chiude il locale

L'accaduto a Barrafranca, nell'Ennese. L'esercizio rimarrà inattivo per 5 giorni, più una sanzione di 50 euro. Il caso si riferisce al delitto avvenuto lo scorso 26 dicembre, dove fu assassinato Maurizio Marotta, 32 anni

ENNA. Il titolare di un bar assiste a un omicidio all'interno del suo locale ma non collabora con le forze dell'ordine, e il Comune gli chiude l'esercizio per cinque giorni e lo sanziona amministrativamente con una contravvenzione di 50 euro.     E' avvenuto a Barrafranca dove ieri è stata notificata un'apposita ordinanza emessa del sindaco di Barrafranca, Angelo Ferrigno, dopo una riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza della prefettura di Enna.    Il caso, come riportano alcuni quotidiani locali, si riferisce al delitto avvenuto in un bar di Barrafranca il 26 dicembre, quando all'interno del locale fu assassinato Maurizio Marotta, 32 anni, da pochi giorni rientrato nel paese d'origine per fare partorire in Sicilia la sua compagna, una giovane donna polacca. Nell'agguato rimase ferito anche il fratello della vittima.    Sulla sparatoria il titolare del bar è stato interrogato da carabinieri ma la sua testimonianza non ha convinto gli investigatori che sospettano sia stato reticente e non abbia fornito elementi utili alle indagini per timori di rappresaglie nei propri confronti e dei propri familiari.                        

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati