Sequestrata una nave in Nigeria, picchiato marinaio mazarese

L’imbarcazione mercantile nel mirino dei pirati per oltre 72 ore e poi liberata. A bordo anche il siciliano Leonardo Giacalone

MAZARA DEL VALLO. Sequestrata per oltre 72 ore dai pirati al largo di Lagos, capitale della Nigeria, una nave mercantile italiana e il suo equipaggio. Tra i sedici componenti anche il marittimo mazarese Leonardo Giacalone, 29 anni.
L’imbarcazione si chiama “Valle di Cordoba”, ed è stata liberata dopo una lunga trattativa durata tre giorni. I pirati, alcuni armati di kalashnikov, dopo averla assalita avrebbero rubato circa 5 mila tonnellate di benzina, ma anche oggetti d’oro e piccole somme di denaro. Oltre sei milioni di dollari i danni per la nave. Incolumi i componenti del mercantile, anche se alcuni marittimi sono stati presi a calci e pugni, tra cui lo stesso Giacalone.
I dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati