Sicilia, Sport

Mercato, Kakà tra Inter e Manchester United

Il brasiliano fa gola anche agli inglesi, ma Mourinho avrebbe intenzione di tenerlo dopo l’infortunio di Higuain. Macheda alla Sampdoria

ROMA. Cassano, Ranocchia, Macheda: subito tre colpi per il giorno d'apertura del mercato invernale. Due erano già noti, e sono stati semplicemente ufficializzati, il terzo invece è una sorpresa, almeno per la rapidità con cui la Sampdoria si è mossa. Come ha detto il presidente Garrone, Macheda va a colmare il buco apertosi con l'addio a Cassano, mentre l'agente del giocatore, Giovanni Bia, ha motivato la scelta del suo assistito con il fatto che "alla Sampdoria c'é una concorrenza minore e Macheda ha la possibilità di giocare di più". La Samp ha anche reso noto di aver ceduto a titolo temporaneo, rispettivamente al Cesena e al Sassuolo, Paolo Sammarco e Jonathan Rossini.    
Ora il Manchester United, secondo quanto scrive il 'Daily Star', potrebbe dedicarsi ad un clamoroso colpo in entrata, cercando di assicurarsi Kakà dal Real Madrid, in prestito con opzione d'acquisto fissata a 58 milioni di euro. In realtà Mourinho almeno per ora non vuole privarsi dell'ex milanista, visto l'infortunio di Higuain. Quanto allo stesso Kakà, se proprio dovesse lasciare Madrid la sua scelta cadrebbe sull'Inter che, tramite i buoni uffici di Leonardo, si è già mossa per averlo.   
Intanto per l'Inter sembra sfumata la suggestiva possibilità di acquistare... Mazzola. Si tratta di un 21enne esterno offensivo brasiliano, del San Paolo ma in prestito al Guarani nell'ultimo anno, seguito a lungo nel 'Brasilerao' da un osservatore interista che lo avrebbe bocciato. L'agente Fifa Sabatino Durante, esperto di calcio brasiliano, é un altro di quelli che ha seguito a lungo Mazzola negli ultimi mesi e concorda con chi l'ha scartato per l'Inter. "E' un ragazzo molto interessante - spiega - che può fare l'esterno sia a destra che a sinistra. Per l'Inter non lo vedo pronto, ma andrebbe benissimo in una squadra tipo Fiorentina".   
Durante dice la sua anche sul nuovo gioiello brasiliano Piazon, 17enne del San Paolo. "La Juventus ha già chiuso questa operazione - sottolinea l'agente Fifa -, ma il problema é che il ragazzo non può venire in Italia fino ai 18 anni. Ne compirà 17 fra pochi giorni, però la sua famiglia ha origini venete: se arriva il passaporto, a luglio può arrivare a Torino. In ogni caso, è un giocatore fantastico, un predestinato, uno dei quei talenti che nascono ogni 50 anni. E' una seconda punta che potrebbe giocare con qualsiasi squadra in Europa, ed è fortissimo. Paulo Henrique Ganso? Altro che lo 'Zidane del Santos', a me ricorda Rivaldo, e come lui potrebbe non andare bene per il calcio italiano".   
 Il 26enne centrocampista del PSG Sthepane Sessegon è un altro dei nomi che si fanno per la Juventus. Secondo la stampa francese, piace anche a Sampdoria, Genoa e Villarreal. Ha chiesto di essere ceduto e pur di forzare la mano ai suoi dirigenti non è partito per lo stage della squadra parigina in Marocco. Alla Juve piace anche il difensore Agger, che il Liverpool ha messo in vendita. Ma secondo l'agente Antonio Caliendo, che ha parlato a Radio Kiss Kiss, "Agger è uno dei personaggi che il Napoli ha seguito. Può essere un obiettivo interessante, però i campioni, se non sono sudamericani, difficilmente si muovono a gennaio".   
A Radio Kiss Kiss ha parlato anche Claudio Pasqualin, agente di Criscito e Santacroce. "Per Criscito ci sono solo dei conciliaboli, ma noi procuratori non abbiamo avuto richieste dal Napoli - ha spiegato -. Per quanto riguarda Santacroce confermo che siamo a buon punto nella trattativa con il Lecce".    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati