Vizzini: "Nessuno riuscirà ad intimidirci"

il senatore dopo le minacce ricevute: "Non solo non ci fermeremo, ma andremo avanti e dalla riapertura del Senato si discuteranno le nuove norme sulle estorsioni, il riciclaggio e l'intensificazione della lotta alla mafia"

PALERMO. "Pensano di intimidirci, perché colpiamo nel segno e combattiamo la mafia in ogni sua articolazione". Lo dice il senatore Carlo Vizzini, presidente della Commissione affari costituzionali, dopo le minacce ricevute. "Non solo non ci fermeremo, ma andremo avanti e dalla riapertura del Senato si discuteranno le nuove norme sulle estorsioni, il riciclaggio e l'intensificazione della lotta alla mafia", aggiunge.     "La nostra strategia non cambia - conclude - 'Poveri ed in Galera' è e resta il destino di tutti i mafiosi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati