Sicilia, Qui Catania

Rossazzurri mattatori nel 2010

Cinquantatre punti da gennaio ad oggi, due allenatori, Maxi Lopez top scorer. Indimenticabile il cucchiaio di Mascara a Julio Cesar

CATANIA. Si chiude un anno solare decisamente positivo per i colori rossazzurri. Da gennaio ad oggi gli etnei hanno conquistato 53 punti gran parte dei quali allo stadio Angelo Massimino.
Il Catania è secondo dietro la Lazio in una speciale classifica, ovvero quella dei punti in più ottenuti rispetto alla passata pausa natalizia. Mascara e compagni lo scorso 6 gennaio alla ripresa del campionato erano ultimi insieme al Siena con soli 12 punti. Quest’anno invece i siciliani si ripresenteranno alla ripresa del torneo con ben 12 punti in più. Solo i biancocelesti di Reja hanno migliorato più del Catania il loro bottino di punti.

Passando in rassegna il 2010 due date rimarranno scolpite nella memoria dei sostenitori catanesi, una è il 12 marzo quando al Massimino l’Inter di Jose Mourinho dopo essere passata in vantaggio con Milito, fu seppellita dalle rete di Lopez, Mascara, rigore calciato con il cucchiaio, e Martinez.
Ma un giorno ancora più speciale, visto che si tratta del sentito derby contro il Palermo, è il 3 aprile. Una doppietta di Maxi Lopez permette al Catania di superare i rosa.
Altro dato prestigioso è che per ben due volte, la prima l’11 aprile e la seconda il 18 settembre il Catania ha imposto il pareggio al Milan a San Siro.

Maxi Lopez è il capocannoniere del Catania con ben 17 reti al suo attivo in campionato, più due marcature in Coppa Italia contro il Varese. Dei 17 centri, 14 sono stati  realizzati, da gennaio al momento del suo arrivo, a giugno.
In questo campionato invece ha messo a segno solo tre reti, ma tutte decisive.

Sono due i tecnici che si sono seduti sulla panchina etnea in questo 2010. Dopo il mancato rinnovo contrattuale tra la società e il serbo Sinisa Miajlovic, a giugno è arrivato Marco Giampaolo che in precedenza aveva allenato Cagliari e Siena.

Per quanto concerne il campionato in corso il Catania è al quarto posto tra le squadre con il miglior rendimento interno. Gli uomini di Giampaolo hanno conquistato 18 punti, frutto di 5 vittorie, un pareggio e una sconfitta, quella subita contro la Juventus. Male invece in trasferta dove i siciliani sono al quart’ultimo posto con soli tre punti conquistati.

Un giorno e che ha più valore perché riguarda il rapporto tra le due tifoserie è il 14 novembre data nella quale dopo tre anni dall’omicidio dell’ispettore Filippo Raciti, i tifosi del Catania sono tornati da spettatori a Palermo. Quel giorno i due presidenti, Zamparini e Pulvirenti, entrarono insieme facendo il giro del campo e sancendo una sorta di tregua tra le due tifoserie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati