Sicilia, Sport

Federica: a gennaio farò scelte decisive

La Pellegrini punta ai prossimi mondiali di nuoto in Cina. Rotto il rapporto con il tecnico Morini: "Non mi preoccupa perdere ma voglio esprimermi al meglio"

ROMA. A tutto gas verso l'anno dei Mondiali con la voglia di esserci e sempre da protagonista, in attesa delle Olimpiadi di Londra 2012. Chiusa una stagione difficile con il freno a mano tirato, ma con la soddisfazione di mettersi alle spalle i fantasmi dei 400 stile libero, per Federica Pellegrini ecco un 2011 che parte all'insegna delle scelte, come la stessa azzurra ammette sul blog personale, dove fa a tutti i suoi fan gli auguri per l'anno nuovo.
"Da gennaio sicuramente ci saranno da fare delle scelte, perché non mi scombussola il fatto di perdere, a quello sono sempre pronta e pronta a reagire - avverte l'olimpionica -, ma non sopporto il fatto di non riuscire ad esprimermi come so fare io, voglio e pretendo di 'sentirmi io' in acqua e non qualcun altro, cosa che invece sta succedendo in questi giorni... Niente allarmismi però". Una Pellegrini capace di tornare competitiva ai Mondiali in vasca corta a Dubai a fine 2010 con il bronzo sui temuti 400 sl, ma cosciente di dover cambiare rotta subito, a partire dalla guida tecnica targata Stefano Morini, con cui la rottura appare ormai insanabile. "Tutelerò obiettivi e programmi - aveva detto Federica all'indomani dei Mondiali negli Emirati, lasciando intendere come molto probabile il divorzio da Morini -. Cercherò di prendere la decisione più oculata. Pensare a caldo non aiuta. Nei prossimi giorni rifletterò meglio. In ogni caso sono sicura che la Federazione Italiana Nuoto mi aiuterà. Il rapporto con Morini è stato condizionato dalla gestione di alcune situazioni che già si erano manifestate a Budapest e poi riproposte a Dubai".
Nelle sue ultime parole del 2010 regalate ai fan del blog la detentrice dei record mondiali sui 200 e 400 stile libero aveva fatto trapelare tutta la sua insofferenza riferendosi al suo stato fisico nel finale di stagione: "Buongiorno a tutti, ragazzi... scusate se in questi giorni non vi ho scritto ma diciamo che non sono stati proprio giorni facili... è brutto essersi allenati per quattro mesi e poi rendersi conto, all' appuntamento più importante dell'inverno, di non essere in forma, ma è una cosa che può capitare. Mi sta bene così e sono contenta soprattutto per il fatto che sono riuscita dopo due anni a fare i 400 in vasca corta. Sicuramente non posso essere soddisfatta del tempo, ma, pur non essendo in forma, ho cercato di dare il massimo ugualmente, cercando di portare a casa una medaglietta... bene così per adesso...".
Sì, per adesso. Ma non certo per l'anno nuovo, che vedrà la Pellegrini lanciare la volata verso i Mondiali di nuoto in Cina, a Shanghai, dove avrà l'obbligo di confermarsi e magari, perché no, superarsi ancora una volta. A parlare a fine 2010 del momento della Pellegrini anche il presidente della Federnuoto Paolo Barelli: "Dal punto di vista tecnico-sportivo, Federica chiude una stagione eccezionale per le risultanze cronometriche. Ha sempre le migliori prestazioni mondiali su 200 e 400 stile libero, e questo è un dato indispensabile per misurare lo stato di un atleta". "La sua stagione ha anche affermato la sua umanità, il fatto che non è una donna bionica: Federica - sottolinea Barelli - è una purosangue ed ha bisogno di ragionare a freddo dopo l'improvvisa rottura con il tecnico da lei scelto. E' stato un fulmine a ciel sereno, ma non mi sento di darle consigli per il futuro". E, quanto alle scelte strategiche da compiere rapidamente, per il nuovo tecnico si fa anche il nome del francese Philippe Lucas, ex allenatore della storica rivale Laure Manaudou, dalla quale Federica ha già ereditato record mondiali e fidanzato, Luca Marin. Fidanzato, e 'collega, che ora dovrebbe partire per gli Stati Uniti, in cerca di una preparazione in grado di riportarlo ad alti livelli. E magari la fuoriclasse veneta potrebbe decidere di seguirlo per un certo periodo oltreoceano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati