Cammarata: il richiamo di Romeo ci vede partecipi

Il sindaco di Palermo: da molti mesi il contrasto e la tensione fra maggioranza ed opposizione ha causato alla nostra città danni enormi

PALERMO. "Il richiamo del nostro arcivescovo, cardinale Romeo, ad una maggiore convergenza d'intenti nella classe politico-amministrativa di Palermo ci vede attenti e partecipi". Lo ha detto il sindaco di Palermo Diego Cammarata a proposito dell'omelia dell'arcivescovo di Palermo nella messa di capodanno a palazzo delle Aquile.
"Da molti mesi - dice Cammarata - il contrasto e la tensione fra maggioranza ed opposizione ha causato alla nostra città danni enormi: ultimo esempio, la mancata approvazione dell'assestamento di bilancio che ha bloccato, di fatto, molte ed importanti spese in favore di servizi essenziali, come la scuola, e di fasce sociali deboli della città. Questo 'dibattito politico estremamente radicalizzato', come scrive il cardinal Romeo costa prezzi altissimi e va ben oltre la contrapposizione leale fra le parti che, pur lasciando ciascuno sulle proprie posizioni, deve saper guardare al bene collettivo, che è quello della città, quello dei cittadini".
"Sono consapevole - conclude Cammarata - dell'importanza del richiamo del Cardinale Romeo e spero che il fatto che questo richiamo arrivi dal nostro arcivescovo, sempre così attento ai problemi della città, serva a ricondurre il dibattito politico alla sua corretta ragion d'essere e riconduca la classe politica dirigente alla ragionevolezza dell'amministrare, del governare, del decidere per il bene della città".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati