Amia, garantito il servizio minimo per Capodanno

Dopo il quasi flop della racconta della spazzatura a Natale, assicurato il ritiro dei rifiuti nelle aree limitrofe ad ospedali, caserme, mercati storici, ma nel centro e nelle periferie si teme ancora l'emergenza

PALERMO. Dopo il quasi flop della raccolta della spazzatura a Natale, l’Amia rilancia. L’azienda di igiene ambientale fa sapere che anche per Capodanno assicurerà lo stesso servizio che è stato garantito per Natale e Santo Stefano. Un nuovo piano che lascerà, con buona probabilità la spazzatura in metà della città. Sia in centro che in periferia. Mentre ancora si devono raccogliere decine di tonnellate dalle strade, dal 31 all’1 e al 2 sarà garantito un servizio minimo di raccolta dei rifiuti urbani. Nello specifico, sarà garantito sabato primo gennaio il ritiro dei rifiuti dalle aree limitrofe ad ospedali, caserme, mercati storici (Ballarò, Vucciria, Capo).


Inoltre, particolare attenzione verrà data alle aree centrali e monumentali della città e a quelle marinare a particolare flusso turistico (Mondello e Sferracavallo). Per quanto concerne domenica prossima, Amia ha previsto il potenziamento del turno domenicale per eventuale recupero del surplus sulla raccolta legata alla festività di Capodanno. Riguardo, invece, alle aree interessate dalla raccolta «porta a porta» (Palermo differenzia) tutti i servizi dedicati alle utenze domestiche verranno regolarmente garantiti. Eccezionalmente gli orari verranno modificati come segue: oggi il ritiro dei rifiuti sarà anticipato alle ore 20,00; pertanto, i bidoni dovranno essere esposti e riempiti entro tale orario. Domani verrà garantito il servizio notturno di raccolta «porta a porta» domestica che potrà essere eventualmente completato nelle prime ore di domenica nel caso di mancato rispetto degli orari di conferimento anticipato. In tali giornate gli esercizi commerciali eventualmente aperti potranno conferire i rifiuti a chiusura serale per il ritiro notturno.


Amia Essemme, dal canto suo, assicurerà lo spazzamento negli assi principali e commerciali della città. Lo scenario, con queste premesse, sarà lo stesso che ha fatto da cornice alle vacanze di Natale tra i rifiuti per i turisti e i palermitani. Sotto l’albero, infatti, hanno trovato i regali e per strada sacchetti di immondizia, cumuli di spazzatura e cattivi odori. Se quest’anno la città è stata svuotata dei tradizionali addobbi natalizi e luminarie, in compenso è stata riempita dalla spazzatura, che non è stata raccolta per giorni e che continua ad abbondare. Un’invasione che non ha risparmiato nessun quartiere, dalle periferie al centro città, ad eccezione di qualche arteria principale, come via Libertà o via Roma, dove i cassonetti sono stati svuotati regolarmente, forse per rispetto dei turisti. Ma ancora ieri, inoltrandosi tra le stradine e le vie secondarie, si poteva scorgere una distesa di immondizia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati