Morto dopo anestesia: commissione errori chiede atti

RAGUSA. Il Presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali, Leoluca Orlando, ha disposto l'invio di una lettera indirizzata all'Assessore alla Sanità della Regione Sicilia Massimo Russo per acquisire elementi informativi sul caso di Nino Cappello, entrato in coma durante un intervento alla tiroide presso la casa di cura "Clinica del Mediterraneo" di Ragusa e poi deceduto.   I due reni e il fegato dell'uomo, padre di 4 bambine di età compresa fra 5 e 12 anni, sono stati donati per volontà della vedova.  "Chiederemo all'Assessore di fornirci ogni elemento utile al fine di accertare le cause che hanno determinato il coma che successivamente condotto alla morte Antonino Cappello - ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Giovanni Burtone - in particolare, chiederemo a Russo una copia delle delle risultanze dell'ispezione da lui disposta sul caso, sia in merito ad eventuali criticità organizzative riscontrate, che in ordine ad iniziative amministrative, sanzionatorie e cautelari assunte".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati