Gas, nuovo record dei consumi: il picco venerdì 17

ROMA. Nuovo record storico dei consumi di gas su base giornaliera. Il "colpevole" è l'ondata di freddo polare che ha investito l'Italia fra mercoledì 15 e venerdì 17 dicembre, quando in tutta la Penisola si sono registrate temperature decisamente sotto la media stagionale, con evidenti ripercussioni sui consumi di energia e su quelli di gas naturale, in particolare.
La sequenza, secondo quanto riporta Staffetta Quotidiana, è stata abbastanza impressionante: 452 milioni di metri cubi di gas consumati mercoledì, 450 giovedì e ben 458 venerdì; come dire il gas consumato nella rete di Bologna e provincia tra i mesi di ottobre e gennaio bruciato in un solo giorno. Valori che non solo superano i 436 Mmc/g raggiunti il 21 dicembre dell'anno scorso, ma anche i 443 Mmc/g, visti il 25 gennaio 2006, che rappresentavano il picco storico dei consumi.
Il legame con le condizioni meteo è evidente se si osservano i gradi/giorno (che indicando il fabbisogno termico e sono un'ottima misura del freddo generalizzato) passati da 7,7 del lunedì a 14,7 di venerdì 17, quando Venezia, Milano, Bologna, Firenze, ma anche Campobasso erano sotto zero.
Tanto freddo dunque, ma comunque inferiore rispetto a quello patito tra il 20 e il 21 dicembre 2009, dove i gradi/giorno erano stati 16,3 e 15,5. La differenza maggiore tra il dato record di venerdì 17 e la punta massima del dicembre 2009 è data dai maggiori valori del termoelettrico e dell'industriale, quasi 120 Mmc il primo e 47,5 il secondo contro 104,6 e 41 Mmc del 2009. Una differenza fra la punta 2010 rispetto a quella del 2009 spiegabile dal fatto che l'ondata di freddo pur essendo stata meno intensa è durata più giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati