Sanità, precari occupano la sede dell'Asp 5 di Messina

MESSINA. I precari delle strutture sanitarie della provincia di Messina hanno manifestato stamattina davanti alla sede dell'Asp 5, in via La Farina, e poi hanno occupato la sede.
Motivo della protesta, l'esclusione tra le figure professionali messe a concorso dall'Asp dei ruoli precari, tra i quali gli ausiliari, e la mancata concertazione sui concorsi.
«Sono circa 900 - spiega Carla Crocé, segretaria della Funzione pubblica della Cgil di Messina - gli ausiliari della sanità che lavorano con contratti a tempo determinato nella sola provincia di Messina. Non comprendiamo come si sia potuto decidere di escludere queste ed altre figure professionali precarie dai posti messi a concorso».
«L'occupazione dell'Asp andrà avanti ad oltranza finché non otterremo dall'assessore Russo garanzie scritte circa 'inserimento entro il 31 dicembre tra le figure messe a concorso degli ausiliari e di tutte le altre figure precarie escluse - aggiunge - stando alla pianta organica sono almeno 200 i posti per ausiliare che dovrebbero essere messi a bando».
«Non comprendiamo - conclude - il perché di questa esclusione che, tra l'altro, alla luce del prossimo taglio del 50 per cento dei contratti a tempo, si tradurrà in una forte contrazione dei livelli di assistenza ai nostri malati».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati