Mafia, in carcere due esponenti del clan di Agrigento

In cella Andrea Amoddeo, 45 anni, ristoratore, e Francesco Manno, 46 anni, impiegato comunale. Entrambi dovranno scontare otto anni di reclusione

AGRIGENTO. La Direzione investigativa antimafia di Agrigento ha arrestato Andrea Amoddeo, 45 anni, ristoratore, e Francesco Manno, 46 anni, impiegato comunale. Il provvedimento segue la condanna di entrambi a otto anni di reclusione per associazione mafiosa nel processo nato dall'indagine "Minoa" che aveva portato all'arresto di otto presunti esponenti delle cosche di Cattolica Eraclea e Montallegro.
I due erano stati scarcerati dal tribunale del riesame. Nella stessa operazione erano stati sequestrate imprese individuali e società edili riconducibili agli arrestati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati