Nel mirino Gazzi e Padoin

I centrocampisti dovrebbero arrivare in contropartita per Maccarone. Dovrebbero restare Liverani, Darmian e Garcia

PALERMO. Il compianto presidente del Catania Angelo Massimino un giorno, si dice, cercò di comprare al mercato del calcio l’amalgama. Il Palermo avrebbe bisogno di acquistare un’altra componente fondamentale per ottenere risultati: l’armonia. L’armonia tra il suo presidente, Zamparini Maurizio di Sevegliano, e il suo allenatore, Rossi Delio di Rimini. Il primo attacca, l’altro incassa. Dopo un lungo «black out» i due sono tornati a sentirsi il giorno di Natale, per gli auguri, ma il rapporto resta fortemente conflittuale nonostante il sesto posto in classifica. Il «botto» è sempre in agguato.
Domani Rossi parlerà «urbi et orbi» dopo la pausa natalizia e certamente accennerà anche al mercato. Un mercato nel quale il Palermo s’è mosso per tempo, mettendo a segno i colpi Andelkovic e Kurtic, altri due giovani sloveni che già domani saranno a Boccadifalco. Nessuno dei due sulla carta è una primissima scelta, ma entrambi possono essere utili a puntellare l’organico rosa. Il difensore Andelkovic prenderà almeno numericamente il posto del polacco Glik che andrà in prestito al Bari; Kurtic, che è più giovane, può essere utile in un centrocampo con gli uomini contati.
È il centrocampo il reparto che il Palermo cercherà di completare in questo lunghissimo mese di gennaio. Zamparini, che sta curando direttamente le trattative dal suo ritiro austriaco, sembra avere mollato la presa sull’obiettivo principale, lo slovacco dello Sparta Praga Juraj Kucka (23 anni), il giocatore che in pratica ha eliminato il Palermo dall’Europa League segnando di testa il gol del pareggio dei cechi al Barbera. Su Kucka il Palermo era andato ad agosto, ma lo Sparta neppure prese in considerazione l’offerta rosanero. È tornato alla carica adesso e poichè Kucka si libera a dicembre 2011 lo Sparta potrebbe cederlo, piuttosto che perderlo senza indennizzo. Però, nel contempo, anche il Genoa s’è fatto sotto, offrendo 3 milioni ai cechi; il Palermo sarebbe anche andato oltre scatenando l’asta e ovviamente le ire di Preziosi. Morale della favola: per amor del quieto vivere Genoa e Palermo dovrebbero prendere Kucka in comproprietà, ma il giocatore fino a giugno giocherebbe in Liguria.
In attesa degli sviluppi sul «caso» Kucka il Palermo sta cercando un altro centrocampista. Il 12 gennaio inizia la Coppa Italia e partendo dagli ottavi con un calendario favorevole (i prossimi due turni sempre in casa) il club rosa vorrebbe arrivare in fondo. Per farlo senza compromettere il campionato ha bisogno di allargare la sua «rosa». Il «volano» per arrivare a un buon centrocampista può essere Massimo Maccarone, ormai con le valigie in mano. Il Palermo ha investito oltre 4 milioni per l’attaccante piemontese e vorrebbe recuperare la cifra, almeno con una valida contropartita tecnica.
Tre le piste più «calde». La prima porta a Bari. La squadra pugliese vorrebbe «Big Mac» (che guadagna un milione netto l’anno), ma solo in prestito. Il Palermo ha risposto picche ma ha chiesto in cambio il centrocampista Alessandro Gazzi, 27 anni, buon fisico e quasi duecento presenze tra i professionisti. Un altro club che vuole Maccarone è il Cesena. Anche il Cesena non ha quattro milioni da dare al Palermo per Big Mac e Zamparini ha chiesto al club romagnolo Marlo Parolo, 25 anni, che al sue debutto in A sta giocando un gran campionato. La terza società che è interessata a Maccarone è l’Atalanta, che potrebbe sacrificare Simone Padoin, 26 anni, buona esperienza di A, un giocatore che al Palermo è sempre piaciuto e che il club rosa fu sul punto di comprare quando giocava nel Vicenza. Il Palermo non ha fretta di cedere l’attaccante, in attesa che qualcuno (Fiorentina ma anche lo stesso Genoa) possa pagare cash quanto il Palermo ha sborsato al Siena la scorsa estate.
Insomma, non s’annuncia un mercato pirotecnico ed anche in uscita i movimenti saranno minimi. A parte Maccarone, partirà certamente Glik e uno tra Rigoni e Kasami. Dovrebbero restare in rosa sia Darmian (che peraltro è infortunato) che Garcia. E non dovrebbe muoversi neppure Liverani, che lentamente e con grande impegno si sta riguadagnando la fiducia di Rossi e Zamparini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati