Palermo, piste ciclabili impraticabili

Piuttosto che dare ancora spazio vitale alle auto, causa principale dell'invivibilità di Palermo, al contrario propongo di toglierlo e darlo invece ai pedoni e ai ciclisti. I marciapiedi non sono altro che campi a ostacoli: tra fruttivendoli, moto, musi di auto e chi più ne ha più ne metta sono totalmente inaccessibili. E il bello è che si chiamano "marciapiedi". Prendiamo via Lincoln, una via come tante altre: per i motivi sopraelencati, quando sono in bicicletta, sono costretto a più riprese a scendere dalla pista, rischiando di farmi falciare dalle auto in transito (la cui velocità minima è 70 km...). In tutta Europa si pensa a come contrastare le auto, si creano enormi aree pedonali, e la qualità della vita ne risente parecchio in positivo. Palermo, al momento, non ha certo gli standard di una Berlino o di una Vienna...
Alessio Palmisano, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati