Lombardo: "Stabilizzazione precari è irrinunciabile"

Il presidente della Regione commenta la decisione del commissario dello Stato: "E' una scelta vitale sia moralmente sia finanziariamente"

PALERMO. "La stabilizzazione dei precari é una scelta moralmente e finanziariamente ineccepibile quanto irrinunciabile". Lo dice il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo commentando l'impugnazione di alcune norme del ddl sui precari decisa dal Commissario dello Stato.    "La lunga, e non nobile, storia del precariato, comunque, verrà chiusa. Si sapeva che alcune parti della norma potevano essere impugnate - continua - ma adottando i necessari provvedimenti si raggiungerà l'obiettivo prefissato. Ne siano certi gli interessati perché l'impegno preso verrà mantenuto".  


Per Lombardo, da parte del Commissario dello Stato, "non ci sono stati rilievi sotto il profilo dell'impianto tecnico giuridico della legge di stabilizzazione dei precari. Le eccezioni sollevate riguardano le qualifiche 'alte' e le date di stipula dei contratti dei soggetti da stabilizzare. Ma come già detto, la norma sarà difesa di fronte alla Corte Costituzionale, laddove l'Assemblea regionale siciliana, come auspicato, decida di promulgare le parti non impugnate, con apposito disegno di legge".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati