Zamparini abbraccia i giovani dello Zen

Il presidente del Palermo ha fatto visita alla parrocchia San Filippo Neri. "Sto costruendo tanto qui, giusto conoscere la gente"

PALERMO. Maurizio Zamparini ha riportato in Serie A il Palermo nel 2004 dopo trentadue anni, facendo esultare una città intera. Con il suo appoggio e le sue iniziative, c’è un quartiere in città che spera di diventare di Serie A: lo Zen. Proprio qui ieri, per la prima volta, ha fatto visita alla parrocchia San Filippo Neri il presidente della società rosanero per partecipare all’iniziativa «Zen, abbattiamo i muri», promossa dall’associazione «Ragazzi di strada». E ieri il patron rosanero ha oltrepassato quel «muro ideologico» rappresentato dalla perimetrale che separa il quartiere di San Filippo Neri dal resto della città e ha trovato ad accoglierlo l’abbraccio della gente. Al di là di questo muro, Zamparini sta costruendo un centro commerciale e ha intenzione di realizzare il nuovo stadio al posto del Velodromo. Ieri, invece, è stata finalmente l’occasione per conoscere ciò che c’è dentro questo quartiere, il suo cuore martoriato da mille problemi. «Sto costruendo tanto attorno a questa zona. Mi sembra, dunque, doveroso conoscere i bisogni dello Zen», ha dichiarato Zamparini. In particolare, ha abbracciato i bambini delle scuole e ha ascoltato le loro richieste, elencate in una lettera letta da un bambino della scuola Falcone.
Sul Giornale di Sicilia la versione integrale dell'articolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati