Protesta dei sindaci a Ustica: "No ad antenna Wind Shear"

Ancora polemiche per il radar che serve a monitorare il fenomeno dei venti di caduta che dovrebbe essere installata a Isola delle Femmine. "Non bisogna strumentalizzare gli incidenti"

USTICA. Manifestazione di protesta nell'isola di Ustica (PA) contro l'installazione a Isola delle Femmine di un'antenna radar per monitorare il fenomeno dei venti di caduta (wind shear) nell'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo. All'iniziativa erano presenti il deputato regionale del Pd Pino Apprendi, i sindaci di Ustica e quelli di altri comuni vicini a Punta Raisi: Isola delle Femmine, Capaci e Torretta.   


"La vicenda - afferma Aldo Messina, primo cittadino dell'isola - ricorda molto quella di Ustica, quando per una strage vera, la caduta del DC8 Itavia, si è inventata una storia falsa come quella del buco di copertura strumentale, che ha portato all'installazione a Ustica di un radar del quale oggi in molti vorrebbero conoscere le ricadute sulla salute dei cittadini. Pochi sanno che l'Enac aveva anche valutato di posizionare proprio a Ustica l'antenna destinata a Isola delle Femmine. Credo sia opportuno studiare, se è proprio necessario installare il radar, l'impatto sulla salute dei cittadini".    Da anni è in corso un braccio di ferro tra l'amministrazione comunale di Isola delle Femmine e Enac ed Enav. Secondo il sindaco della cittadina vicina all'aeroporto palermitano, l'antenna provocherebbe danni alla salute. Nei giorni scorsi l'Ente per l'aviazione civile e quello per l'Assistenza al volo avevano spiegato che, senza un accordo, avrebbero installato l'antenna in un altro sito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati