Palermo, discarica al capolinea dei bus

Invaso da rifiuti di ogni genere piazzale Lennon (ex Giotto) dove si fermano gran parte dei mezzi dell'Amat. Elettrodomestici e vecchi mobili lasciati a due passi dalla postazione Amia per il ritiro dei pezzi ingombranti

PALERMO. Da un lato Monte Cuccio innevato, dall'altro una distesa di rifiuti. Il fascino e lo scempio. Chi si trova in piazzale Lennon può ammirare quanto di bello la natura può offrire e nel contempo disprezzare quanto di brutto l'uomo riesce a esprimere. Frigoriferi, lavatrici, scaldabagni, vecchi mobili, computer, vestiti, bottiglie e quant'altro stanno lì, accatastati in una sorta di barriera lunga almeno cinquanta metri che vieta l'accesso a una parte della piazza. Si pensi a un rifiuto qualsiasi: c'è.
Il camper del Giornale di Sicilia fa di nuovo tappa in una delle tante discariche abusive presenti in città. Stavolta, però, non si ferma in un luogo deserto, abbandonato. Piazzale Lennon, ai più ancora conosciuto come piazzale Giotto (questo è il suo vecchio nome)( è in una zona residenziale.
Il resto dell'articolo sull'edizione di Palermo del Giornale di Sicilia in edicola oggi (18 dicembre 2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati