Mafia, confermata in Cassazione assoluzione per ex sindaco

Calogero Gueli ex primo cittadino di Campobello di Licata (Agrigento) è stato scagionato dall'accusa di favoreggiamento ed associazione mafiosa

CAMPOBELLO DI LICATA. E' stata confermata dalla Cassazione l'assoluzione dell'ex sindaco di Campobello di Licata, Calogero Gueli (Pd), arrestato il 22 giugno del 2006 nell'operazione antimafia "Ghost Saraceno" dei carabinieri di Agrigento e della Dda di Palermo. Gueli in primo grado era stato condannato a 3 anni di reclusione. Sentenza che in appello era stata ribaltata essendo stato assolto. La Procura aveva però presentato ricorso  per Cassazione alla sentenza d'assoluzione che aveva sconfessato il quadro inquirente che attribuiva a Gueli, quale sindaco di Campobello di Licata, un ruolo strategico nell'assegnazione dei lavori pubblici a favore di ditte a lui vicine ad iniziare di quelle riconducibili ad almeno uno dei figli. Le accusa di favoreggiamento ed associazione mafiosa vennero ridimensionate in estorsione al fine di favorire le ditte dei figli nella realizzazione di forniture e lavori pubblici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati