"Nostro figlio maltrattato", accuse in una scuola di Palermo

Denunciano forme di «intolleranza e discriminazione», la scuola, l'elementare Trinacria, respinge le critiche. La famiglia ha presentato un esposto al provveditorato agli studi

PALERMO. Una maestra è stata accusata dai genitori di un bambino di nove anni di aver abusato dei mezzi di correzione. La storia è riportata nelle pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi.
La scuola, l'elementare Trinacria, appartenente al circolo didattico Garzilli, protegge l'insegnante attraverso anche una lettera firmata dai genitori di due quarte classi che certificano «l'ottima qualità del lavoro svolto dalla maestra». Tuttavia, i genitori denunciano forme di «intolleranza e discriminazione» nei confonti dell'alunno che dopo gli episodi manifestava gravi segni di disagio. Per quesrto motivo hanno presentato un esposto al provveditorato agli studi, al tribunale per i minorenni e alla procura, e hanno trasferito il bambino in una scuola privata.
Angela Mineo, direttrice del plesso, dice: «Per quel bambino stavo per avviare un percorso antibullismo, perché manifestava molta aggressività e comportamenti che disturbavano la classe». Due versioni opposte, sulle quali dovrà decidere il provveditore Rosario Leone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati