Sciopero dei netturbini, cassonetti in fiamme nell'Agrigentino

Da due giorni gli operatori ecologici incrociano le braccia per protestare contro il mancato pagamento degli stipendi

AGRIGENTO. Il problema rifiuti non è un esclusiva di Napoli, anche in Sicilia diversi comuni soffrono la stessa situazione. I riflettori si concentrano per lo più nel capoluogo campano, trascurando quelle piccole o grandi emergenze che anche nella nostra regione esistono. In particolar modo ad Agrigento il problema rifiuti si sta aggravando, a causa di uno sciopero degli operatori ecologici.
Il personale è esasperato dai continui ritardi nella liquidazione delle competenze da parte dell'Ato Gesa Ag2 e soprattutto per la prospettiva di dover affrontare le festività natalizie senza soldi. La tensione è alta e la popolazione ha già mostrato i primi segni di insofferenza, benchè lo sciopero sia iniziato solo due giorni fà, sono stati infatti date alle fiamme una ventina di cassonetti ad Agrigento e nei paesi dell'hinterland.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati