Rettifica

In relazione all’articolo pubblicato in data 20/03/2010, da titolo "Truffa al ministero dell'Economia, imprenditore condannato", a richiesta dell'avv. Sebastiano Scala, di Noto, si precisa che già in data 03/04/2007 il Tribunale di Siracusa sez. di Augusta aveva riconosciuto che l’imprenditore di Augusta Garilli Giuseppe aveva effettivamente proceduto alla realizzazione degli impianti per i quali era stato ammesso a contributo pubblico e che per le stesse opere aveva emesso regolari fatture facendo riferimento la citata sentenza della Corte dei Conti ad accertamenti della Guardia di Finanza che sono stati smentiti in sede giudiziaria come si evince dalla sentenza che ha assolto con formula piena il Garilli Giuseppe per i fatti contestati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati