Illeciti nella procedura fallimentare, un arresto

Operazione della guardia di finanza nel Messinese: nel mirino un noto professionista di Barcellona Pozzo di Gotto che avrebbe incassato denaro da un imprenditore con le minacce

MESSINA. La Guardia di Finanza di Milazzo ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di un noto professionista di Barcellona Pozzo di Gotto. E' finito agli arresti domiciliari il consulente contabile del giudice fallimentare del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) Benito Andronico, 71 anni, con l'accusa di concussione in
concorso. L'uomo è stato anche consulente della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto nel 2008. L'indagato secondo gli investigatori avrebbe minacciato un commerciante di elettrodomestici di Milazzo del quale stava seguendo la procedura di fallimento intimandogli che avrebbe esteso il fallimento a tutti i suoi familiari se non gli avesse dato del denaro. Il titolare della ditta ha accettato le richieste di Andronico dandogli 40 mila euro in contanti ed elettrodomestici per un valore di 10 mila euro. Andronico inoltre avrebbe imposto al commerciante l'assunzione della figlia come commercialista della ditta della moglie e l'assunzione del figlio come avvocato nella procedura fallimentare.
L'imprenditore ha, però, poi, denunciato tutto agli investigatori che hanno avviato le indagini. Nell'operazione sono indagati anche i figli di Andronico coinvolti nella vicenda. Sono in corso ulteriori indagini per appurare se Benito Andronico abbia interferito anche in altri fallimenti pendenti al tribunale di Barcellona. Il capo della Procura di Barcellona Salvatore De Luca ha sottolineato "che nessun magistrato della Procura del tribunale di Barcellona è coinvolto nelle indagini". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati