Trapani, sequestrate 200 tonnellate di rifiuti inerti al porto

La guardia di finanza ha anche denunciato otto persone per violazione delle norme in materia di tutela ambientale. Sono stati posti i sigilli nell'aria di stoccaggio dei cantieri navali

TRAPANI. La guardia di finanza ha denunciato otto persone per violazione delle norme in materia di tutela ambientale e ha sequestrato duecento tonnellate di rifiuti inerti (sabbie silicee e materiale ferroso) nel corso di un blitz nel porto commerciale di Trapani. Le fiamme gialle hanno anche posto i sigilli nell'area di stoccaggio dei cantieri navali.
I rifiuti speciali, custoditi all'interno di sacconi del tipo "big bags" (per imballaggio), erano depositati sulle banchine del porto. I rifiuti sarebbero stati prodotti nell'ambito degli interventi di sabbiatura eseguiti a bordo di una nave in costruzione nel porto commerciale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati