Cesame, ex dipendenti sul tetto dell'Iris a Catania

CATANIA. Lavoratori della ex azienda di sanitari Cesame stanno protestando sul tetto dell'istituto di medio credito Irfis a Catania per "segnalare l'esistenza di un ultimo ostacolo che impedisce di rilanciare l'impresa e recuperare i 140 posti di lavoro". Lo rende noto la Filctem Cgil che chiede "un gesto di attenzione concreto al presidente della Regione". La protesta, spiega il sindacato, fa seguito al parere negativo espresso dall'Irfis sulla proposta effettuata dalla neonata cooperativa di lavoratori rivendicando due milioni di euro e mettendo in discussione la realizzazione del progetto. La condizione posta dai commissari ministeriali dopo aver valutato e ritenuto valido il piano industriale dei lavoratori, era stata quella del recupero delle somme a saldo del debito con l'Irfis che è il maggior creditore della Cesame. La cooperativa ha deciso di rinunciare a circa il 50% dello stabilimento che ha un valore commerciale pari al credito che vanta l'Irfis nei confronti della procedura straordinaria. Inoltre, la cooperativa si impegna a versare 500 mila euro a titolo di acquisto del diritto contenzioso sulla restante parte dello stabilimento. Iniziative che l'Irfis ha ritenuto insufficienti per chiudere la transazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati