Sfiudicia a Lombardo, l’opposizione cerca unità

Il Pdl vuole inserire nel documento le vicende giudiziarie del presidente, gli uomini di Micciché perplessi su questo aspetto

PALERMO. L'opposizione non ha ancora trovato l'accordo sulla mozione di sfiducia al governatore Raffaele Lombardo. Il Pdl, secondo quanto si apprende mentre la riunione nel gruppo del Pid è ancora in corso, vorrebbe inserire nell'atto parlamentare un passaggio sulla vicenda giudiziaria del presidente della Regione siciliana, indagato nell'inchiesta di Catania su mafia e politica.
Sulla proposta alcuni deputati sono scettici, in particolare nel gruppo di Forza del Sud, che fa riferimento al sottosegretario Gianfranco Micciché. Fds spinge per dare un contenuto tutto politico alla mozione che dovrebbe essere presentata la prossima settimana. "Questo governo si sta contraddistinguendo per insuccessi e fallimenti - dice il capogruppo di Fds, Cateno De Luca -. La paralisi della macchina amministrativa è sotto gli occhi di tutti, non c'é progettualità sui fondi Fas e si fa un uso indiscriminato di commissari invece di sciogliere o dismettere gli enti regionali". Aggiunge Fabio Mancuso (Pdl): "Vogliamo evitare il disastro, dai fondi comunitari ai direttori non nominati il governo arranca, settori strategici come agricoltura e formazione sono abbandonati".
"La mozione sarà calendarizzata dalla conferenza dei capigruppo - prosegue Mancuso - che deciderà quando discuterla".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati