Rave party a Trapani, 2 arresti e 30 denunce

Blitz notturno dei carabinieri in una cantina in disuso in campagna. Sequestrati stupefacenti

TRAPANI. I carabinieri di Trapani hanno interrotto la notte tra sabato e domenica scorsi un rave party non autorizzato in una cantina in disuso nelle campagne di Trapani ed arrestato due persone per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Altre trenta sono state denunciate per occupazione di terreni ed edifici.     
Gli arrestati, Giuseppe Frittitta, di 30 anni, di Trapani, e Alessandro Di Bernardo, di 23, di Marsala, sono stati rinchiusi nel carcere di Trapani. I militari, durante un controllo lungo via Castelvetrano, hanno sentito della musica ad alto volume provenire dalla cantina fastaia e giunti sul posto hanno accertato che era in corso un rave party con musica tecno, birra e uso di sostanze stupefacenti. Durante il blitz Frittitta ha tentato di disfarsi di un pacchetto con 10 involucri di cocaina, dell'hashish e quattro "stelline" di Lsd  ma è stato bloccato. Di Bernardo, arrivato in sella ad uno scooter, alla vista dei militari ha tentato di fuggire ma è stato bloccato dopo che aveva cercato di abbandonare un involucro di cellophane contenente hashish.     
In casa di Frittitta, inoltre, i militari hanno sequestrato un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi, quattro stecche di hashish per un peso complessivo di circa 30 grammi, circa 10 grammi di cocaina, un coltello, un bilancino di precisione e 2.050 euro. Il materiale è stato sequestrato insieme con l'auto del giovane.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati