Maxi sequestro e un arresto al mercato di Sciacca

Secondo blitz in due settimane, sequestrati 600 chili di merce venduta abusivamente. Un senegalese fermato: non avrebbe dovuto trovarsi in Italia

SCIACCA. Cento chili di merce e un arresto. È il risultato del secondo blitz effettuato in due settimane dagli agenti della polizia urbana e da quelli del commissariato, nel mercato del quartiere San Michele di Sciacca, in provincia di Agrigento.
L’arrestato è Dione Dame, 23 anni, originario del Senegal e residente ad Agrigento, che avrebbe dovuto lasciare il territorio italiano dopo un decreto di espulsione emesso nei suoi confronti dall’ex prefetto di Agrigento, Umberto Postiglione. L’uomo adesso si trova nel carcere di via Pietro Gerardi, a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Inoltre, controlli intensificati dopo l’aggressione di alcuni extracomunitari ai danni di un vigile urbano, impegnato in una serie di accertamenti al mercato. In commissariato sono finiti, infatti, una decina di persone per controllare la regolarità dei loro permessi di soggiorno.
In due settimane sono stati sequestrati 600 chili di merce, tra capi d’abbigliamento, cinture, dvd, sciarpe e orologi, venduti abusivamente nel mercato. Dopo gli scippi e le rapine delle scorse settimana, a San Michele è stata rafforzata la vigilanza attraverso la presenza stabile di un carabiniere e di un vigile urbano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati