Emergenza dispersione scolastica in provincia di Trapani

Sono 7.500 gli studenti che non frequentano regolarmente o non concludono gli studi. I dati resi noti durante il corso di formazione per docenti alla “Baia dei Mulini"

TRAPANI. Secondo il rapporto annuale dell’Ufficio scolastico provinciale, in media, su una popolazione scolastica complessiva di 75 mila studenti, il 10,5 per cento non frequenta regolarmente o cessa completamente di frequentare prima del tempo, senza conseguire nessun titolo di studio. I dati, resi noti durante il corso di formazione per docenti, che si è svolto alla “Baia dei Mulini”, danno i seguenti risultati: nelle secondarie superiori, i giovani che per vari motivi frequentano meno o non frequentano affatto sono 3.800 (su 23.500) il 17 per cento; nella media dell’obbligo sono 2.250 (su 24 mila), il 9 per cento, nella primaria 290, lo 0,9 per cento. La situazione più grave si ha negli istituti professionali, con una dispersione che si aggira intorno al 29,5 per cento. Mentre i più virtuosi sono i licei e i magistrali.  
«Tanto si è fatto, ma occorre fare ancora di più, in termini di interventi di qualità professionali e di presenza sistematica sul territorio degli operatori specializzati, per fronteggiare prima e debellare poi simile nefasto fenomeno», ha sottolineato il provveditore agli studi, Marco Anello, in chiusura del corso di formazione a cui hanno partecipato i maggiori esperti del settore. Professori universitari, psicologi e sociologi hanno contribuito, infatti, ai tre giorni di riflessioni e di confronto in cui è emersa «l’esigenza di “fare squadra”, per vincere la battaglia della vita, con il concorso di tutte le istituzione incaricate» ha aggiunto Anello.
Maggiori dettagli nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati