Assicurazioni false, blitz a Palermo

Tre persone arrestate e 20 denunciate. Sequestrate un’agenzia di pratiche automobilistiche, una di compravendite, 19 minicar e 55 certificati di circolazione

PALERMO. Tre persone arrestate, 20 denunciate, una agenzia di pratiche automobilistiche, una di compravendita di auto nuove e usate e 19 minicar sequestrate, scoperti 55 certificati di circolazione falsi. E' questo il bilancio di un’operazione, denominata 'Domino', condotta dalla polizia stradale di Palermo su una ipotesi di raggiro. Con l'accusa di riciclaggio e truffa alle assicurazioni sono stati arrestati: Domenico Caviglia, 41 anni, Massimiliano Riccobono, 39 anni e Ignazio Amato, 51 anni, titolare quest'ultimo dell'agenzia la "Fanale" a Palermo.
I veicoli sequestrati erano tutti stati rubati. Il loro valore commerciale è di oltre 120 mila euro. La truffa alle assicurazione si aggira invece intorno ai 100 mila euro. Secondo l'accusa gli indagati immatricolavano i quadricicli con certificati di idoneità tecnica falsi. Altre volte veniva simulato il furto di vetture inesistenti per intascare il rimborso dalle assicurazioni. I veicoli riciclati venivano venduti, secondo gli investigatori dalle concessionaria "la maison dell'auto e moto" di Riccobono, e "Automarket" di Cangialosi di Canicattì.       

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati