Aronica: "Contro i rosa partita speciale"

Il difensore cresciuto a Bagheria: "Ai miei amici che tifano Palermo ho detto di starsene a casa che è meglio ma, scherzi a parte, sarà una gara difficilissima"

NAPOLI. "Sarà una serata di gran calcio ed un match entusiasmante. Sto bene, mi sono allenato e sono a disposizione per lunedì. Poi il mister farà le sue scelte. Sinceramente per me sarà una partita speciale, e vivo molto questa attesa. Verranno i miei familiari a Napoli. Ho anche tanti amici che tifano Palermo ma a loro ho detto: statevene a casa, guardatevela in tv che è meglio, evitate di venire a prendere una boccata di amarezza. A parte gli scherzi sarà una partita difficilissima". Così il difensore del Napoli Salvatore Aronica, palermitano, presenta  il "derby delle Due Sicilie" che opporrà gli azzurri di Mazzarri ai rosanero di Delio Rossi.     
Per lui, cresciuto a Bagheria, si tratta del derby del cuore. "Il Palermo è una squadra in salute - ha detto Aronica ai microfoni di Radio Marte -  e l' ha dimostrato contro la Roma. Ha grandi individualità e giocatori di qualità. Non potevamo incontrare avversario peggiore. Da parte nostra c'é grande entusiasmo anche perché siamo in corsa su tutti i fronti e ci teniamo a fare una stagione importante. Sarà un bellissimo 'Monday night', stimolante ed entusiasmante. Ci sono grandi motivazioni, perché la partita sarà vista da tutti".     
E lunedi al San Paolo andrà in scena la sfida tra le più attese outsider..."Beh, stando al campo direi di sì. Sia per i numeri e sia per il bel calcio mostrato da entrambe le squadre.  Ovviamente ci vorrà continuità e per quel che ci riguarda proveremo a rimanere incollati alla parte alta della classifica fino alla fine. Non nascondiamo che dopo tanti anni Napoli è tornato nel calcio che conta ed è un motivo di orgoglio per noi, per il tecnico e per la società".     
Ma Napoli- Palermo sarà anche un duello tra tridenti e campioni: Pastore-Ilicic-Miccoli, contro Hamsik-Lavezzi- Cavani. "Con tutto il dovuto rispetto per i campioni del Palermo, io mi tengo i miei compagni ed i nostri talenti - prosegue Aronica -  in avanti stiamo avendo sinora un passo in più. Lavezzi ha raggiunto la maturità di un fuoriclasse. Lavora per i compagni, prende il gioco in mano, ci trascina, fa assist, corre tanto. Hamsik è un giocatore fondamentale, giovanissimo eppure già con il carisma di un uomo squadra. E Cavani che è arrivato quest'anno, è un valore aggiunto, sta bene è un grande atleta e soprattutto una persona speciale nello spogliatoio. Speriamo continui a segnare così. Abbiamo un attacco formidabile, ma lavoriamo affinché in futuro arrivino gol anche da parte di centrocampisti e difensori. L' importante non è chi segna, ma che la squadra vinca".    
Infine, alla domanda su qual è il regalo da mettere sotto l' albero azzurro il calciatore ha risposto: "In Olanda è stato difficile giocare soprattutto per le condizioni atmosferiche. C'era il campo ghiacciato e non era facile gestire la palla, sia per noi che per loro. La rimonta è stata voluta, abbiamo dimostrato cuore e adesso vogliamo passare il turno il 15 dicembre contro lo Steaua. Sarà importante andare avanti in Europa, per la società e per i tifosi. Sarebbe il nostro miglior regalo di Natale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati