Dirigenti regionali, scatta il toto-nomine

Il governatore ha convocato nella notte la giunta e ha messo all’ordine del giorno la maxi rotazione. Da assegnare una decina di poltrone. Ecco tutti i nomi

PALERMO. Scatta la seconda maxi rotazione di dirigenti regionali in meno di un anno. Il governatore – come riportato dal Giornale di Sicilia in edicola oggi - ha convocato nella notte appena trascorsa la giunta e ha messo all’ordine del giorno le nomine ai vertici dei dipartimenti regionali. I dipartimenti da assegnare sono: formazione, ragioneria generale, segreteria generale di Palazzo d’Orleans, energia, attività produttive, pesca, urbanistica, agenzia per l’impiego, istruzione e la seconda dirigenza della sanità.
In pole position c’è Gianni Silvia, già a Palazzo d’Orleans nel gabinetto del governatore ed ex capo di gabinetto di Lino Leanza ai beni culturali.
A Palazzo d’Orleans potrebbe spostarsi definitivamente Giovanni Bologna, che è di ruolo al Personale ma che ad interim regge da un mese gli uffici di Lombardo. Dovrebbe restare alla ragioneria generale Enzo Emanuele.
Ampia la rosa che gli assessori di Fli hanno messo sul tavolo ieri sera. Tra i favoriti c’è Ignazio Pandolfo, revisore dei conti che ha lavorato a lungo nelle municipalizzate comunali di Palermo. Potrebbe quindi rientrare anche Maruzza Giacona, ex capo di gabinetto di Nino Strano al Turismo rimasta senza incarico. Gli ex An avevano ieri sera almeno altri tre nomi nel taccuino: il primo è quello di Anna Corsello, già dirigente di un ufficio speciale. Poi c’erano Antonio Grasso, oggi capo di gabinetto dell’assessore al Lavoro, Andrea Piraino, e infine Filippo Nasca (in servizio al Turismo). L’ultimo nome nel taccuino, ma con quotazioni in ascesa, è quello di Giacomo Patti già direttore dell’ufficio provinciale delle Foreste a Trapani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati