Via libera alla riforma, ancora occupazioni e cortei a Palermo

Anche oggi alcune scuole sono scese in piazza bloccando il traffico in alcune vie della città. Nuove occupazioni anche nelle facoltà universitarie a Palermo e a Catania

PALERMO. La protesta degli studenti non si ferma nonostante il decreto sulla riforma dell'università, predisposto dal ministro Maria Stella Gelmini, sia stato approvato ieri dalla Camera. A Palermo diverse scuole, infatti, hanno deciso di scendere di nuovo in piazza e molte restano occupate. Alcuni cortei spontanei di studenti delle scuole superiori stanno bloccando oggi il traffico in viale Strasburgo e in via Croce Rossa.
Inoltre, tra ieri sera e stamattina gruppi di studenti hanno occupato la facoltà di Ingegneria e alcune aule di Medicina per protestare contro il decreto. La notizia, comunicata agli studenti con un “tam tam” su Facebook, é stata confermata dai coordinatori della protesta universitaria. A Palermo erano già occupate le facoltà di Lettere, Scienze matematiche e Scienze Politiche.
Nuove occupazioni anche all'università e nelle scuole di Catania. La notte scorsa gli studenti di Scienze e tecnologie chimiche hanno occupato l'aula magna del dipartimento universitario, dove è prevista un'assemblea di studenti, docenti e ricercatori. Assemblee permanenti sono in corso anche nella facoltà di Scienze politiche e nel liceo classico Nicola Spedalieri per contestare «un governo insensibile al futuro dei propri giovani».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati