Blitz contro extracomunitari: vigili indagati a Cefalù

CEFALU'. Organizzavano blitz estemporanei sulla spiaggia e sequestravano ai venditori extracomunitari la merce esposta sulle bancarelle. Ma era tutta una messinscena: ora quattro vigili di Cefalù sono accusati di avere abusato del loro ruolo. Gli ambulanti erano in regola con le licenze commerciali, avevano il permesso di soggiorno e la merce è stata trattenuta illecitamente senza neppure essere registrata. Inutilmente gli ambulanti ne chiedevano la restituzione con lunghe attese davanti agli uffici della polizia municipale.     Uno di loro è stato anche aggredito e derubato da persone che si sono poi dileguate.     Sulla vicenda gli agenti del commissariato di polizia diretto da Manfredi Borsellino hanno presentato un rapporto alla Procura di Termini Imerese. Quattro gli indagati: due vigili e due ausiliari del traffico. Sono accusati di abuso d'ufficio e falso ideologico. Il pm Vincenzo Cefalo ha anche ordinato il sequestro della merce che, secondo i vigili, era stata "abbandonata" da venditori fuggiti durante i controlli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati