Integrazione e accoglienza, nasce il “Progetto Narramondi”

PALERMO. L’incontro e l’accoglienza come simboli di integrazione in un mondo sempre più globalizzato e allo stesso tempo sempre più multiculturale. Un’idea che diventa pratica grazie al “Progetto Narramondi”, ovvero una serie di manifestazioni che fino al giugno del 2013 coinvolgeranno centinaia di ragazzi tra i 14 e i 19 anni che frequentano cinque istituti e licei di Bagheria. Il progetto, che sarà presentato giovedì 2 dicembre alle 9 a palazzo Aragona Cutò, a Bagheria, alla presenza del sindaco Biagio Sciortino, ha lo scopo di attivare contesti volti all’apprendimento dell’unità tra popoli di diversa cultura, ridurre il rischio di emarginazione sociale e stimolare lo sviluppo di comportamenti positivi. Per raggiungere questi obiettivi saranno sviluppati una serie di percorsi capaci di stimolare i giovani. Tra questi: un laboratorio teatrale e di psicodramma, un secondo laboratorio di fotografia e memoria e un terzo dedicato alla cinematografia. A questo si sommerà la costruzione di una web community attraverso il sito Internet www.narramondi.it e lo sviluppo di una ricerca dedicata al tema della tolleranza e della solidarietà.
Narramondi si avvale della importante collaborazione del Centro di Giustizia Minorile. Partner dell’iniziativa sono l’Associazione Progetto giovani, l’Associazione culturale Officine Sicilia, la Cooperativa sociale Migma, Omega, Asp 6, Comune di Casteldaccia e Comune di Bagheria. Le scuole che aderiscono all’iniziativa sono: l’Istituto professionale per l’industria e l’artigianato “Salvo D’Acquisto”, l’Istituto regionale di istruzione secondaria superiore ad indirizzo artistico e professionale, l’Istituto tecnico commerciale “don Luigi Sturzo”, Il liceo classico “Francesco Scaduto” e il liceo Scientifico “D’Alessandro”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati