Palermo, lucciola fa arrestare il suo sfruttatore

La trentenne nigeriana ha denunciato l'uomo, di 33 anni, ora ai domiciliari. Per dieci anni costretta a prostituirsi

PALERMO. I carabinieri hanno arrestato C.D., palermitano di 33 anni, per sfruttamento della prostituzione. L'uomo si trova agli arresti domiciliari, dopo essere stato denunciato da una nigeriana di trent'anni che ha raccontato di essere stata costretta a prostituirsi per oltre 10 anni.
La donna era giunta in Italia alla fine dell'agosto 1999, dopo che una sua cugina, già da tempo trasferita a Palermo, aveva appreso dalla morte dei genitori della ragazza e le aveva proposto di raggiungerla in Italia, per lavorare con lei come parrucchiera, professione che la nigeriana svolgeva già in patria. Arrivata a Palermo aveva capito però che, per mantenersi, e per pagare le spese di viaggio che la cugina aveva anticipato, avrebbe dovuto prostituirsi.
All'inizio si è opposta, facendo da baby sitter al figlio della cugina ma, alla minaccia di ritorsioni nei confronti dei fratelli e di suo figlio rimasto in Nigeria, si è arresa. In strada la nigeriana ha conosciuto un cliente che, dopo un po', le ha proposto di andare con lui a Pisa. Dopo circa 3 mesi di vita in comune, però, anche il convivente l'ha costretta prostituirsi quotidianamente. Nel 2006 é riuscita a convincere l'uomo a metterla in regola con il permesso soggiorno, che le ha fatto anche ricevere una licenza per vendere abbigliamento. E' così cominciata una nuova vita per i 2, diventati venditori ambulanti. La loro attività è andata avanti per circa un anno ma, a causa delle continue spese sostenute dal compagno, è cessata. La donna, quindi, è stata costretta a tornare sul marciapiede; visto che i guadagni non erano soddisfacenti, l'uomo ha deciso di tornare a Palermo, dove ha affittato una appartamento nel centro storico per far prostituire la nigeriana. Dopo alcuni accertamenti, che hanno confermato la veridicità del racconto della nigeriana, i militari hanno arresto l'uomo in via Lincoln.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati