Palermo, al Civico nuova tecnica contro il cancro al pancreas

PALERMO. Una nuova tecnica per il trattamento palliativo del dolore cronico nel malato oncologico affetto da carcinoma al pancreas, è stata applicata per la prima volta nell'unità operativa di gastroenterologia ed endoscopia digestiva del Civico di Palermo, diretta da Antonino Marino.
Questa tecnica, denominata neurolisi del plesso celiaco, finora in Sicilia era stata eseguita solo nell'Ismett, ma da qualche anno è praticata da alcuni ospedali italiani. Viene effettuata con guida ecoendoscopica, utilizzando cioé un endoscopio con una sonda ecografia montata alla sua estremità con cui, attraverso la parete dello stomaco, si riesce a visualizzare anatomicamente il plesso celiaco ed il pancreas. Poi, con un ago e per via transgastrica, si procede all'inoculazione di alcol puro e anestetico direttamente nei centri nervosi del plesso celiaco che trasmettono il dolore pancreatico.
Si tratta di una tecnica da applicare in alternativa alle terapie con oppioidi, o alle terapie antalgiche “loco regionali” che si effettuano con la Tac e considerate più invasive.
«La procedura - sottolinea il  gastroenterologo che l'ha eseguita nell'ospedale Civico, Roberto Di Mitri – rientra nell'ambito del processo di crescita dell'Unità operativa di gastroenterologia ed endoscopia digestiva che ha visto il reparto diventare un punto di riferimento per molti ospedali della Sicilia occidentale, specialmente per quanto riguarda l'endoscopia operativa e l'ecoendoscopia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati